Polipi del retto

di Armando Calzona

I polipi del colon sono una causa comune di sanguinamento rettale di entità lieve – moderata nell’infanzia. La maggior parte di questi polipi in età pediatrica sono amartomi, lesioni che, da un punto di vista anatomo patologico, sono prive di tendenza alla degenerazione maligna.

Conosciuti anche come polipi giovanili, polipi da ritenzione o polipi infiammatori, queste lesioni sono rare nel primo anno di età ma aumentano gradualmente di frequenza negli anni successivi con un picco tra i 5 ed i 6 anni di età.
Ritornano rare dopo il primo decennio.

I polipi giovanili sono presenti in ogni tratto del colon ma l’80 % di essi si riscontra negli ultimi 20 cm di mucosa colica.
Sono spesso asintomatici, associati ad un sanguinamento rettale a carattere intermittente. Possono essere associati anche a diarrea, muco e tenesmo.
Molti polipi giovanili si “autoamputano” e possono essere eliminati nelle feci. Occasionalmente possono prolassare dal retto o la testa può causare un’intussuscezione.

Foto 1 – (A) Polipo rettale prolassato all’esterno attraverso l’ano in paziente di 13 mesi; (B) polipo dopo l’asportazione chirurgica.

All’esame endoscopico la maggior parte dei polipi giovanili hanno una testa relativamente larga e liscia ed un peduncolo stretto. Tale aspetto sembra spiegare la tendenza all’autoamputazione. La superfice della punta della testa è spesso emorragica, con evidenza di infiammazione secondaria. La necrosi può essere causata da un’interruzione del flusso sanguigno quando il peduncolo viene stirato. Per tale motivo talvolta viene rinvenuto il peduncolo senza la testa. Circa il 20 % dei pazienti presentano polipi multipli.
I polipi adenomatosi in età pediatrica sono estremamente rari. Tali lesioni non si distinguono dal punto di vista macroscopico né endoscopico dalle lesioni amartomatose.
La polipectomia con ansa diatermica è un efficace trattamento per i polipi del colon-retto in età pediatrica.

Foto 2 – (A) Polipo rettale visto durante colonscopia in paziente di 3 anni; (B) base d’impianto dopo asportazione con ansa diatermica.

I polipi solitari nei pazienti pediatrici devono essere resecati e tipizzati istologicamente. Il paziente deve essere preparato adeguatamente ad una colonscopia completa con eventuale polipectomia per evitare la ripetizione della procedura. Un esame completo deve essere effettuato alla ricerca di altre lesioni che potrebbero essere causa di anemia o un segno di altra patologia. Se non vengono rivenuti altri polipi non è indicato alcun follow-up endoscopico.

Dott. Armando Calzona
U.F. di Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
Policlinico Morgagni – Catania
armandocalzona@yahoo.it